Tango Tingel - operino buffa sul (non) andare a teatro

Di e con Gloria Sapio e Maurizio Repetto 
al pianoforte Silvestro Pontani, 
canzoni originali di Pontani, Repetto, Sapio.

Prima rappresentazione: Roma, Teatro dell’Orologio, 1 marzo 2005

La misera gabbia teatrale si sgretola, del resto, a cosa serve se non dà più nemmeno da mangiare?
Lo spettacolo è un omaggio allo spirito arguto, asciutto, poetico e paradossale del clown Valentin, e di tutti quelli come lui. 


 

In una balera di periferia, quasi la parodia di un night, tre personaggi stanchi, snervati e vessati – un presentatore, un pianista e, naturalmente, la cantante - cercano di portare avanti una serata. Si tratta, per la sopravvivenza, di arrivare fino all’orario di chiusura, e, con la complicità estorta a una manciata di spettatori recalcitranti, di compilare il borderò.

 

“La ricetta è ben riuscita e restituisce con brio i sapori di un musical da camera dove sono i retrogusti stridenti ad essere esaltati: pianto e riso, demenzialità e ponderatezza, modernità e nostalgie, note gravi e toni leggeri si alternano come fossimo in un piacevole carrozzone delle meraviglie...”

Il giornale