Notizie e appuntamenti

In questa sezione trovi tutte le notizie e gli appuntamenti dell'Associazione Settimo Cielo

Risorge la Fenice

Riparte il Teatro Comunale La Fenice di Arsoli!!!

STAGIONE INVERNALE 2021

SABATO 9 OTTOBRE ore 21.00
CHI MI MANCA SEI TU

Omaggio a Rino Gaetano
Produzione Ass.Cult. Rondini
Scritto e diretto da Toni Fornari
Con Marco Morandi e Claudia Campagnola
Musiche dal vivo eseguite da
Giorgio Amendolara piano e tastiere - Menotti Minervini basso - Umberto Vitiello batteria e percussioni

Nel 2021 ricorre il 40esimo anniversario della scomparsa del grande cantautore e Toni Fornari, autore e regista, lo racconta attraverso ricordi e canzoni che in questo spettacolo prendono vita attraverso le storie di una sua giovane groupie.

Claudia Campagnola veste i panni di una groupie di Rino Gaetano che racconta la sua esperienza vissuta accanto al cantautore. Le groupie erano delle giovani fans che negli anni 60/70, oltre ad amare particolarmente la musica di un certo cantante, lo seguivano nei tour, irresistibilmente attratte dal suo carisma, diventandone infatuate sostenitrici e intime amiche. Attraverso i suoi racconti scopriamo la vita di uno dei cantautori italiani più amati e discussi, che ha lasciato un patrimonio di canzoni che colpiscono ancora oggi, a distanza di più di 30 anni, per la loro modernità musicale e testuale. Sul palco Marco interagirà nella scena con Claudia, facendo rivivere alcuni momenti salienti della vita del tanto amato cantautore. Ascolteremo le più belle canzoni di Rino Gaetano interpretate da Marco Morandi. Tra le tante canzoni potremo riascoltare “Tu..forse non essenzialmente tu”, “ Cogli la mia rosa d’amore”, “ Aida”; “Sfiorivano le viole”; “ Spendi, spandi, effendi”, “ Sfiorivano le viole”, “Escluso il cane”, “E cantava la canzone”, “Sei ottavi”, “Mio fratello è figlio unico”, medley donne Gianna, Maria Berta; Nuntereggae più; “Ma il cielo è sempre più blu”, “A mano a mano”. Marco Morandi è la voce del gruppo i RinoMinati che porta in giro per l’Italia la musica e le parole del cantautore calabrese celebre ancora oggi per le sue tante canzoni di successo, la sua voce ruvida, i suoi testi ironici.

 

DOMENICA 17 OTTOBRE ORE 18.00
IL MERAVIGLIOSO VIAGGIO DI ULISSE

uno spettacolo di teatro d’ombre e racconto d’attore
Produzione
Teatro le Giravolte
Di Renato Grilli
Regia Francesco Ferramosca
Con Amelia Sielo, Renato Grilli e Francesco Ferramosca
Scenografie e immagini d’ombre di Amelia Sielo

Ulisse alla fine della guerra di Troia, naviga verso l’isola di Itaca. La disubbidienza da parte dei suoi guerrieri ad un dio avverso glielo impedisce. Dopo aver incontrato il dio dei venti Eolo, dopo essere approdato nella terra dei Ciclopi e incontrato il gigante Polifemo, dopo aver superato le magie della maga Circe e il richiamo delle seducenti sirene e dopo essere scampato agli esseri mostruosi di Scilla e Cariddi, Ulisse riuscirà finalmente a tornare a Itaca….
CONTENUTI DELLO SPETTACOLO Motivo conduttore del poema e dello spettacolo è il viaggio. La storia di ULISSE e del suo meraviglioso viaggio di ritorno alla sua amata isola di " ITACA" ricca di avventure e sorprese. E il tema del viaggio da sempre affascina adulti e bambini, perché nasconde il senso dell’avventura, della ricerca dello sconosciuto, del nuovo e del temuto. Il cammino che si compie alla ricerca della propria identità, è un vero viaggio, durante il quale si fanno incontri, si instaurano relazioni, si raccoglie, si guarda, ci si stupisce e si fanno esperienze nuove, ma soprattutto è un viaggio nel quale, la cosa che più conta, non è tanto l’arrivare, ma l’andare. La storia di Ulisse e del suo viaggio di ritorno verso Itaca, una storia che rappresenta, metaforicamente, il processo di crescita di ciascun essere umano. Ma chi è veramente Ulisse? Perché le sue avventure affascinano adulti e bambini? Ulisse è un eroe multiforme, affascinante, simpatico, sempre alla ricerca di qualcosa. E’ curioso e astuto. Ha imparato a sue spese, che la curiosità può essere pericolosa… Il poema omerico viene portato in scena in un adattamento per tutte le età, dinamico e coinvolgente, una versione teatrale, pur fedele alla storia con sorprese scenografiche in un connubio fra tecnica del teatro delle ombre e racconto d’attore rendendo unica la raffigurazione degli avvenimenti narrati nell’opera

SABATO 23 OTTOBRE ORE 21.00
FAR FINTA DI ESSERE GABER

Produzione Collettivo Clochart
Interpreti Michele Comite e Michele Amadori
Scene Michele Comite
Musiche Michele Amadori
Audio/luci Giovanni Massari

L'attore trentino gioca con la figura di Gaber, proponendo non il solito e ripetitivo concerto, ma un recital intenso e accurato. Una dichiarazione d’amore dell'artista all’artista attraverso un repertorio vario fatto di monologhi, duetti e gustosi sketch.

 

SABATO 30 OTTOBRE ORE 21.00
LA PAURA MANGIA L'ANIMA

di Rainer Werner Fassbinder
Coproduzione Laboratori Permanenti e Theater Rotwelsch
Traduzione e regia Alberto Fortuzzi
Drammaturgia Winni Victor
Con Caterina Casini, Fnina Abdelalii e gli allievi della scuola di teatro di SettimoCielo

L'autore narra, attraverso la vicenda di Emmi e Ali, le contraddizioni di un sociale che si definisce democratico ma in realtà contiene forti tensioni razziste. Progetto sperimentale di messa in scena aperta al pubblico, vede accanto al regista e ai due attori principali, 6 attori, tra allievi e non, comporre il coro, che, come nella tragedia greca, rappresenta in questo spettacolo la pressione sociale e il giudizio morale che la società emette di continuo su individui che non si comportano conformemente alle regole prestabilite.

 

VENERDì 5 NOVEMBRE ORE 21.00
FRAGILE

Produzione Stoner
Testi e voce Giacomo Sette
Musica e canto Stefano Bernardi
Con le voci di Gloria Sapio e Maurizio Repetto

Una compagnia di talento fallisce lo spettacolo della vita, mentre una famiglia si spacca davanti una notizia di una testata on-line. Questa storia s'intreccia con altre più piccole, in un puzzle di parole e musica che vuole essere un inno alla fragilità della vita e alla sua bellezza, un canto per quelle piccole luci nel buio che siamo noi. Che brilliamo a tratti intensamente e a volte debolmente, ma accendiamo comunque il mondo.
Stoner è un progetto musicale e performativo che nasce nel 2020 dall'incontro tra il polistrumentista Stefano Bernardi e il drammaturgo Giacomo Sette, e cerca di dare voce alla realtà umana e alle sue dinamiche più comuni e insieme uniche, mischiando elettro-rock, spoken blues e racconto.

 

DOMENICA 14 NOVEMBRE ORE 18.00
LA FABBRICA DI BACI

Produzione Intrecci Teatrali - Cooperativa il Sorriso
Riadattamento di Andrea Gosetti e Roberto Anglisani
Con Andrea Gosetti
Violino Sarah Leo
Organetto Massimo Testa
Disegno luci Marco Grisa

Pennino vive a Semprefreddo, un paese dove fa talmente freddo che  per mangiare i ghiaccioli bisogna prima metterli nel microonde. E dove soprattutto si comperano i baci! Uno spettacolo tra musica e parola che condurrà il giovane pubblico, ma anche quello adulto, in un'avventura particolare che farà emozionare, riflettere e pensare sul mondo in cui viviamo e sulla necessità di riconquistare quelle emozioni semplici che a volte sono difficili da esternare.
“… In abiti semplici, una maglia, pantaloni in velluto marrone e bretelle, Gosetti riesce – carismaticamente – a rapire con la semplicità di linguaggio e con una grande forza espressiva. Ad accompagnare la narrazione un curassimo contrappunto musicale eseguito da musicisti dal vivo… (Valentina Sorte)“


SABATO 20 NOVEMBRE ORE 21.00

COMPILATION

CONCERTO - SPETTACOLO da Gabriella Ferri ai Nirvana
Ovvero la nota colonna sonora del mio funerale

Produzione 20chiaviteatro - Distretto Creativo Officina culturale
Con Ferdinando Vaselli
Chitarra Sebastiano Forte
Voce Chiara Calderale

Nirvana, Gabriella Ferri, CCCP, Alan Sorrenti, Cindy Lauper, Little Tony, Amy Winehouse, radiohead, Franco Califano, Pogues, Iggy Pop, Jeeg Robot, Joy Division, Madonna e molti altri fanno parte di questa compilation, così si diceva negli anni 80 è quella che lascio a mio figlio. Con tutte le musicassette. È quello che gli lascio è quello che ho, Non sono le più belle canzoni, sono le mie. Ogni canzone un frammento di storia, un frammento della mia vita, ricostruito come ricorda la mia memoria, vera o falsa non è importante. Uno spettacolo, un concerto, un diario, un racconto generazionale per schegge brevi quasi come una canzone, un racconto personale e collettivo che va avanti anche grazie al pubblico che decide l’andamento della compilation e che viene piu volte coinvolto con brevi interviste e giochi. Compilation nasce dall’indagare il tema delle relazioni, un percorso sulla memoria e sulla creazione della nostra identità.


GIOVEDì 25 NOVEMBRE ORE 21.00
COME TUTTE LE RAGAZZE LIBERE - Un tentativo di libertà in una piccola città

Produzione PAV nell’ambito di Fabulamundi Playwriting Europe
Di Tanja Sljivar
Regia Paola Rota
un progetto di Paola Rota, Tanja Sljivar, Simonetta Solder

Sette ragazze di tredici anni, sette scene e sette monologhi fanno da cornice tematica a un dramma in cui la costante è l'inaffidabilità delle giovani quando si tratta di dichiarazioni. COME TUTTE LE RAGAZZE LIBERE è una commedia sulla necessità di andarsene via per poter realizzare pienamente la propria sessualità, per essere in grado di prendere decisioni sul proprio corpo e sulla propria vita. Il mistero aleggia denso su quest’opera che, sfidando le regole preconfezionate dalla società, prova a riscrivere i concetti di famiglia e di patriarcato, rendendo artefici di questa piccola rivoluzione culturale un gruppo di teenager che vogliono raccontarci tutto, tranne come sono rimaste effettivamente incinte durante una gita scolastica.


SABATO 4 DICEMBRE ORE 21.00

GIANNINO STOPPANI IN ARTE BURRASCA

Produzione Settimo Cielo
Scritto e diretto da Giacomo Sette
Con Gloria Sapio e Maurizio Repetto
Assistente alla regia Marika Ruta
Musiche Andrea Cauduro
Scene Marco Malerba
Luci Luca Pastore
Costumi Milena Corasaniti
Figurine Gloria Sapio
Video Simone Galli
Disegni Giacomo Sette
Direzione tecnica Luca Pastore
Organizzazione Federica Terribile

In questo spettacolo si raccontano le vicende di Giannino Stoppani in Arte Burrasca, un bambino di dieci anni nella Toscana di fine ‘800, ispirato in parte alla mitica figura di Gianburrasca.
Giannino è un bambino vivace, creativo, sensibile e intelligente: la sua vitalità e sincerità smascherano spesso l’ipocrisia e l’arroganza che governano il mondo degli adulti. Questo lo rende inviso al paese nel quale vive e alla sua stessa famiglia che lo “esilia” in un terribile collegio di provincia. Ma Giannino è mosso solo da buone intenzioni: vuole rendere la vita di tutti migliore, portando la magia che vedono e vivono i bambini nel mondo dei grandi.
Quella di Giannino, però, è anche una storia di riscatto, di crescita e di formazione: conservando la propria natura di bambino nonostante gli ostacoli e l’inevitabile maturazione, il nostro piccolo monello approderà alla pubertà come un eroe guidando la rivoluzione dei bambini del collegio Pierpaolo Pierpaoli contro i terribili direttori! Lo spettacolo è caratterizzato dall’uso sapiente e spensierato di diversi linguaggi artistici.
In scena, infatti, è presente un grande diario che si trasforma nel teatro d’ombre che, attraverso l’uso di figurine ispirate alle caricature del Giornalino di Gianburrasca, scandisce il racconto delle avventure del protagonista. La narrazione e i dialoghi sono efficacemente mischiati a brani cantati per i quali si è scelto principalmente il linguaggio del rap, in quanto il più vicino, per rime e ritmiche, alle filastrocche dell’infanzia e il più universale per i ragazzi di tutte le ultime generazioni.  Insieme al teatro d’ombre e al rap, sono presenti musiche originali che rielaborano melodie d’epoca in chiave contemporanea e clownerie.
Giannino Stoppani in Arte Burrasca è un viaggio rap, comico e poetico nella mente di un bambino felice e coraggioso, adatto a tutte le età e a tutte le epoche!

18 DICEMBRE ORE 21.00
LET'S SING CHRISTMAS

Produzione Matutateatro
Regia Titta Ceccano
Con Alessandro Balestrieri, Bernardino Balestrieri, Julia Borretti, Amedeo Morosillo, Andrea Zaccheo

Un concerto spettacolo che unisce le tradizionali musiche di Natale provenienti da tutto il mondo a racconti, letture, brevi testi teatrali dedicati al momento più magico dell’anno. Una jazz band sul palco reinterpreta dal vivo i brani più conosciuti dedicati al Natale, coinvolgendo il pubblico in una festa per tutti, grandi e piccoli.

Biglietti:

Intero: 10 euro
Ridotto under 10 e over 70: 8 euro
Biglietto unico per domenicali: 8 euro

Per accedere agli spettacoli é necessaria la prenotazione e la presentazione del greenpass.

INFO E PRENOTAZIONI:
Per prenotare chiamare/msg whatsapp: 392 043 3339
o scrivere e-mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Codice etico

Settimo Cielo aderisce a C.Re.S.Co. (Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea)

Codice programmatori e curatori
Codice strutture verso collaboratori

 

Newsetter

captcha 
Privacy e Termini di Utilizzo