Notizie e appuntamenti

Gli ultimi eventi ed iniziative

Residenza Il libro della Tempesta - Compagnia Stultifera Navis

imgresScrivendo La Tempesta Shakespeare riassume e sublima in un ultimo capolavoro il proprio cammino teatrale e ci lascia il suo testamento artistico. Tutta l’opera si svolge su un’isola selvaggia, abitata da spiriti dell’aria e della terra, del fuoco e dell’acqua, un’isola/metafora pregna di poesia e musica, un’isola rifugio e prigione in cui Shakespeare disegna le sue ultime creature favolose offrendoci il suo ultimo ritratto dell’animo umano. Alle rive di quest’isola approda tutto il suo teatro. Le lotte violente e i conflitti per il potere, l’arroganza e la stupidità umana, la vendetta e la saggezza, la bellezza dell’amore e la follia del tradimento, la sottomissione e la ribellione, il meraviglioso e il mostruoso, la conoscenza profonda delle leggi del mondo e l’impotenza di fronte all’impermanenza della vita, i dubbi sul senso stesso dell’esistenza. Ne La Tempesta le frontiere teatrali tra ciò che è reale e ciò che è illusione sono portate fino ai loro limiti estremi: l’opera è la sola in cui Shakespeare utilizza con estrema precisione l’unità di tempo e luogo, come a sottolineare definitivamente, a dispetto della grande libertà di convenzioni teatrali possibili all’epoca, che il teatro e il mondo coincidono in un’unica dimensione in cui le certezze umane (e i ruoli) sono continuamente soverchiate. Prospero è duca, mago, padre, ma anche artista e drammaturgo, poiché la sua azione coincide con una vera e propria regia di uno spettacolo teatrale. Se la figura di Prospero può essere avvicinata a quella di un regista-drammaturgo, la figura di Ariel può essere confrontata all’immagine di un marionettista. L’isola di Prospero, è anche una scena di teatro. Un teatro che contempla sé stesso e che mette in scena i propri meccanismi, svelandoli. Questa prospettiva di teatro nel teatro trova corrispondenza nelle modalità drammaturgiche intrinseche al funzionamento del teatro contemporaneo delle forme animate.

Leggi tutto...

Residenza "PostProduzione/Duo” Associazione Morse - aprile/settembre 2017.

IMG 3099Il duo di donne che viene proposto nasce all'interno del progetto PostProduzione – rielaborazione collettiva di memorie individuali di Andrea Gallo Rosso. L'intero progetto è stato accolto in residenza presso il Centro Regionale della Danza piemontese Lavanderia a Vapore di Collegno e la creazione è stata supportata grazie il DM 45 in materia di residenze artistiche per l'annualità 2015. Ad oggi la durata dello studio è di mezz'ora e con il partenariato Residenza Settimo Cielo/Teatro di Arsoli e CLAPS – Circuito Lombardia Arti Pluridisciplinari Spettacolo Dal Vivo si vuole arrivare ad una conclusione. L'intero progetto è stato accolto in residenza presso il Centro Regionale della Danza piemontese Lavanderia a Vapore di Collegno e la creazione è stata supportata grazie il DM 45 in materia di residenze artistiche per l'annualità 2015.

Leggi tutto...

Assemblea soci

Ai signori Soci della scrivente

Associazione Settimo Cielo

Roma, 12 aprile 2017
 
É convocata, in Anticoli Corrado Via Gaudenzi 46, l'assemblea ordinaria della Associazione Settimo Cielo - per il giorno 26 aprile 2017 alle ore 21.00 in prima convocazione e per il giorno 27 aprile 2017 alle ore 09.30, in seconda convocazione, per deliberare sui seguenti argomenti all'ordine del giorno:

1. approvazione del bilancio consuntivo dell’esercizio 2016;

2. varie ed eventuali.

Il Presidente dell’Associazione Settimo Cielo

Gloria Sapio

Leggi tutto...

Avrei voluto essere Pantani

01 aprile - ore 21:00 TEATRO LA FENICE DI ARSOLI

pantaniAVREI VOLUTO ESSERE PANTANI

ULTIMO APPUNTAMENTO DELLA STAGIONE
Rapsodie Production
AVREI VOLUTO ESSERE PANTANI
di e con Davide Tassi e la partecipazione di Alessandro Donati
regia di Francesca Rizzi
disegno luci Paolo Russo
Il caso Pantani ha acceso luci ed ombre nel mondo dello sport. Si parla di un complotto che continua a non fornire moventi, di corruzione nello sport . Sandro Donati, allenatore della nazionale e icona della lotta al doping, ha partecipato alla stesura dello spettacolo e interpreta se stesso in un passaggio cruciale.

Leggi tutto...

Codice etico

Settimo Cielo aderisce a C.Re.S.Co. (Coordinamento delle Realtà della Scena Contemporanea)

Codice programmatori e curatori
Codice strutture verso collaboratori

 

Newsetter

captcha